Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ricky Fanté al Porretta Soul

Un nuovo nome di lusso si aggiunge al cast di artisti del Porretta Soul Festival. Ricky Fanté, noto per la hit mondiale  "It Ain’t Easy", sarà a Porretta Terme per la rassegna che è arrivata alla sua trentesima edizione e che si svolgerà dal 20 al 23 luglio prossimi. Ricky Fanté, nato a Washington dove è cresciuto ascoltando  gospel, jazz e soul, arriva  al successo con l’album di debutto “Rewind” del 2004 prodotto da Jesse Harris già collaboratore di Norah Jones e con gli arrangiamenti del leggendario Arif Mardin.

La sua notorietà arriva anche in Italia con “It Ain’t Easy”, scritto da Ricky in collaborazione con Wilson Pickett e Jon Tiven e con “Shine” dalla colonna sonora del film “Robot”.  Appare nella serie televisiva  “American Dream”  e nel film per la TV  “Their Eyes Were Watching God” , duetta con Giorgia in  Mtv Unplugged  “I Heard It Through the Grapevine” di Marvin Gaye. Canta il vecchio hit  di Major Harris's "Love Won't Let Me Wait" nella principale scena d’amore del film “Yours, Mine and Ours”  interpretato da Dennis Quaid e Rene Russo. Si presta come cantante per altre serie televisive e interpreta la figura di Marvin Gaye per il film “The Temptations”.

La sua splendida voce, paragonata da molti a quella di Wilson Pickett, di Sam Cooke, di Al Green o di Otis Redding e la sua prestanza fisica lo portano a partecipare ai più importanti talk show americani. Poi,  dopo aver preso il diploma  in Education alla  California State University nel  2009,  sparisce dalla circolazione.  E’ proprio nel 2009 che inizia una corrispondenza Facebook con Graziano Uliani al quale dice "l’Italia mi ha accolto nel migliore dei modi alcuni anni fa ed è la mia casa. Non sono un gangster rapper ma soltanto un buon  old fashion soul singer” . Quale miglior casa se non il Rufus Thomas Park a Porretta!

Grande festa per i trent'anni di Porretta Soul

Grande festa per i trent'anni di Porretta Soul. Dal 20 al 23 luglio prossimi Porretta Terme ospiterà i grandi della musica nera provenienti da ogni parte degli Stati Uniti. Tra gli altri Carla e Vaneese Thomas per i 100 anni di Rufus, la Original James Brown Band, Bernard "Pretty" Purdie, Rob Paparozzi, Wee Wilie Walker, Willie Hightower, Scott Sharrard e Davell Crawford.

Trent'anni di attività. E' un anniversario importante e come tutti gli anniversari che si rispettano sarà festeggiato in grande stile. Infatti il Porretta Soul Festival (la rassegna che si tiene annualmente sull'Appennino tra Bologna e Pistoia, premiata a Memphis con il Keeping the Blues Alive Award nel 2017) presenterà dal 20 al 23 luglio a Porretta Terme una vera e propria carrellata generale delle città americane dove il soul e rhyhtm & blues sono nati e si sono sviluppati a grandi livelli. Quest'anno si celebrano anche i 100 anni della nascita di Rufus Thomas, a cui Porretta ha dedicato il parco con l'anfiteatro che ospita il festival, con Carla Thomas che torna eccezionalmente sulle scene assieme alla sorella Vaneese, assistente e corista di Aretha Franklin. Carla e Rufus Thomas furono tra i primi artisti ad incidere alla Stax di Memphis e i duetti con Otis Redding restano memorabili.

Il cartellone preparato dal direttore artistico Graziano Uliani è ricchissimo: a partire dal funky della Original James Brown Band per una reunion che vedrà di nuovo insieme Fred Wesley, Martha High, l’M.C. “The Capeman” Danny Ray, il bassista Fred Thomas e tanti altri. Per gli amanti del suono di Muscle Shoals (Alabama) direttamente dagli studi Fame il leggendario Willie Hightower e Scott Sharrard, band leader della Gregg Allman Band. Il suono della Goldwax di Memphis è affidato al veterano Wee Willie Walker e all’attuale “Reigning Queen of Beale Street” Barbara Blue.

Saranno presenti anche Bernard Purdie, batterista di King Curtis, Aretha, Steely Dan, Dizzy Gillespie, che torna a Porretta dopo due anni, Rob Paparozzi, front man della Blues Brothers Band e dei Blood Sweat and Tears, Falisa Janaye, Sax Gordon & Toni Lynn Washington, King Louie & LaRhonda Steele ma soprattutto Vasti Jackson per un tributo a Johnnie Taylor di cui è stato band leader per almeno un ventennio.

Altro nome di lusso è Ricky Fanté, noto per la hit mondiale "It Ain’t Easy"

scritta da Ricky in collaborazione con Wilson Pickett e Jon Tiven e con “Shine” dalla colonna sonora del film “Robot”. Fanté è anche attore e appare nella serie televisiva “American Dream” e nel film per la TV “Their Eyes Were Watching God” , duetta con Giorgia in Mtv Unplugged in I Heard It Through the Grapevine di Marvin Gaye. Canta il vecchio hit di Major Harris's "Love Won't Let Me Wait" nella principale scena d’amore del film “Yours, Mine and Ours” interpretato da Dennis Quaid e Rene Russo. Si presta come cantante per altre serie televisive interpreta la figura di Marvin Gaye per il film “The Temptations”. Arriverà a Porretta anche Davell Crawford, fenomenale interprete della tradizione di New Orleans. Cantante e pianista influenzato da Professor Longhair e James Booker è il nipote della star r&b dei ’50 James “Sugar Boy” Crawford.

Inoltre l’8 luglio ci sarà l’apertura speciale del festival al castello Rocchetta Mattei a Riola di Vergato con i 66 elementi del Chicago Children’s Choir, con la rassegna che toccherà quindi gli stili musicali di tutte le città del soul. L’house band è ancora una volta affidata a Anthony Paule e ai migliori session men della Bay Area di San Francisco (Anthony Paule Soul Orchestra). Nella quattro giorni porrettana ci sarà spazio anche per le australiane Sweethearts, gli spagnoli Lucilles, gli inglesi Achievers e per decine di band italiane di rhythm & blues nel contesto dello Street Soul Food che prevede anche mostre ed esibizioni di D.J. esclusivamente con vinili “vintage”.

Il premio annuale Sweet Soul Music sarà assegnato al giornalista finlandese Heikki Sousalo di Soul Express, un riconoscimento per la diffusione del Soul nel paese scandinavo e che coincide con i 100 anni dall'indipendenza della Finlandia. Infine il Comune di Alto Reno Terme (già Porretta Terme) intitolerà ufficialmente il ponte della stazione ferroviaria a Solomon Burke con una cerimonia che si terrà domenica 23 Luglio alle 11 alla presenza di Selassie Burke, settimo figlio di Solomon, che si esibirà anche venerdì 21 in un paio di canzoni del padre. Un'intitolazione che arricchirà una toponomastica dedicata al Soul che vede già Via Otis Redding e il parco Rufus Thomas.

(FOTO) https://www.dropbox.com/sh/qvcg11cz6gnpble/AAB7VKqLoYG8blfM0QtjutA9a?dl=0

News pre festival

30 anni di storia e un ripasso generale delle diverse facce del soul e rhyhtm & blues  al Porretta Soul Festival (20-23 Luglio ) che celebra anche i 100 anni della nascita di Rufus Thomas, a cui Porretta ha dedicato un parco. Ritorno inatteso per  Carla Thomas che torna eccezionalmente sulle scene assieme alla sorella Vaneese, assistente e corista di Aretha Franklin.  Carla e Rufus Thomas furono tra  i primi artisti ad incidere alla Stax di Memphis e i duetti con Otis Redding restano  memorabili. Il cartellone è ricchissimo con il funky della Original James Brown Band per una reunion che vedrà di nuovo insieme Fred Wesley, Martha High, l’M.C. “The Capeman” Danny Ray, il bassista Fred Thomas e tanti altri. Per gli amanti del suono di Muscle Shoals direttamente dagli studi Fame il leggendario Willie Hightower e Scott Sharrard, band leader della Gregg Allman Band. Il suono della Goldwax di Memphis è affidato al veterano Wee Willie Walker e all’attuale “Reigning Queen of Beale Street” Barbara Blue. Presenti anche Bernard “Pretty” Purdie, batterista di King Curtis, Aretha, Steely Dan, Dizzy Gillespie ;  Rob Paparozzi, front man della Blues Brothers Band e dei Blood Sweat and Tears,  Falisa Janaye, Sax Gordon & Toni Lynn Washington, King Louie & LaRhonda Steele ma soprattutto Vasti Jackson per un tributo a Johnnie Taylor di cui è stato band leader per almeno un ventennio. L’house band è ancora una volta affidata a Anthony Paule e ai migliori session men della Bay Area.  Nella quattro giorni porrettana ci sarà spazio anche per le australiane Sweethearts, gli spagnoli Lucilles, gli inglesi Achievers e per decine di band italiane di rhythm & blues nel contesto dello Street Soul Food che prevede anche mostre ed esibizioni di D.J. esclusivamente con vinili “vintage”.

Premio Keeping The Blues Alive

Al Porretta Soul Festival è stato riconosciuto il premio “Keeping The Blues Alive”, assegnato dalla Blues Foundation . La cerimonia si è tenuta  il 3 febbraio 2017 a Memphis in Tennessee, durante l’edizione numero trentatrè dell’International Blues Challenge.

La motivazione addotta dagli organizzatori è stata la seguente:

“Questa manifestazione è stata in grado di trasformare una piccola cittadina del Nord Italia in una La Mecca della soul music, in particolare quella di Memphis“.

La Blues Foundation, che ha istituito il premio, è un’organizzazione che ha sede a Memphis (Tennessee), ed è riconosciuta a livello mondiale. La mission è quella di preservare lo spirito del blues, celebrandone le nuove registrazioni e performance. È stata fondata nel 1980, e ha all’attivo circa quattromila membri iscritti e duecento società affiliate. Le sue inziative, notissime, sono i Blues Music Awards, la Blues Hall of Fame, recentemente inaugurate a Memphis, l’International Blues Challenge e naturalmente i Keeping The Blues Alive Awards.

Graziano Uliani. L’ideatore e direttore artistico della manifestazione Graziano Uliani ha commentato così la notizia:  “Abbiamo sempre cercato di presentare artisti che si sono fatti apprezzare non per la loro valenza commerciale, ma per il loro valore come musicisti e questo riconoscimento premia la nostra passione"

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Tickets

Acquista on-line:

Giovedì/Thuesday - 15 euro
Venerdi/Friday - 30 euro
Sabato/Saturday - 30 euro
Domenica/Sunday - 30 euro


4 days pass - 90 euro (abbonamento)

3 days pass - 75 euro (abbonamento)


- Ingresso ragazzi fino a 14 anni compiuti (Ingresso gratuito purche' accompagnati da genitori)        
- Ingresso giovani da 15 anni a 20 anni (ingresso con sconto 50%)
- Per i cani e' possibile entrare  solo con guinzaglio e museruola (taglia media/grande)

  • appennino bolognese.jpg
  • cameracommercio.jpg
  • carisbo.jpg
  • cerelia.jpg
  • cna.jpg
  • comune.jpg
  • cosea.jpg
  • del monte.jpg
  • helvetia.jpg
  • lepida.jpg
  • regione.jpg
  • saeco.jpg

  • 25 (2).jpg
  • charlie-wood.jpg
  • Capatti_1.jpg
  • Toni-Green.jpg
  • Capatti_2.jpg
  • Bobby Rush.JPG
  • 1.jpg
  • Purdie.jpg
  • Toni Green BW Porretta 2007 Ph. S. Capatti.jpg
  • Band 1992.JPG
  • 48.jpg
  • 17 (2).jpg
  • 31.jpg
  • rufus1.jpg
  • 17.jpg
  • 11.jpg
  • Wondersoul.jpg
  • vola-maroni.jpg
  • fronte-dal-Palco-2009.jpg
  • 19.jpg
  • 14.jpg
  • 2009.jpg
  • Porretta Soul Festival, ph. Alberto Terrile.jpg
  • 7.jpg
  • William2011.JPG
  • 35.jpg
  • 13.jpg
  • Rufus Thomas pink 1993.jpg
  • Rufus Thomas Parki.JPG
  • Bar-Kays, Porretta 1997.JPG
  • Austin-Delone.jpg
  • Irma Thomas & The Professional.JPG
  • rufus.jpg
  • PSF13gb.jpg
  • Rufus Thomas Park, ph. Insolera.JPG
  • PorrettaSmall.jpg
  • Chilly Bill Rankin & Jerry Jones.JPG
  • Carlos Sargent, Porretta Soul 2011.JPG
  • Wilson Pickett, Porretta 95.JPG
  • Solomon Burke at Rufus Thomas Park.JPG
  • 27.jpg
  • 10.jpg
  • 16.jpg
  • Porretta Soul Festival, gran finale ph. Alberto Terrile.jpg
  • Candi-Staton.jpg
  • Osaka.jpg
  • Bishop Joe Simon & Avenue D Boys Choir, Ph. sandro Capatti.jpg
  • poster 2012 small.jpg
  • Isaac.jpg
  • 42.jpg
  • 26.jpg
  • 19 (2).jpg
  • PSF14 small.jpg
  • 05.jpg
  • Carl Sims-1096-2pic.JPG
  • David Hudson, ph. Torsten Stahlberg.JPG
  • Pickett-Maroni.jpg
  • 23.jpg
  • PSF15 cartolina-1.jpg
  • 34.jpg
  • Poster2015.jpg
  • Dal-finale.jpg
  • Porretta Soul - Festival 1Ph. Mattia Insolera.JPG
  • 30.jpg
  • 40.jpg
  • 47.jpg
  • 34 (2).jpg
  • 39.jpg
  • 25.jpg
  • UL.VERD.JPG
  • 24.jpg

Hotel Booking

I.A.T. Ufficio Informazioni Turistiche  Comune Alto Reno Terme

Tel. 0534 521103 /521157

iat@comune.altorenoterme.bo.it


Tel. 39 0534 24183 www.viviappennino.com